I servizi educativi entrano a far parte dell’offerta del Museo irpino dal 2004. Nei primi anni tali servizi prevedevano principalmente l’organizzazione e l’esecuzione di visite guidate e laboratori didattici rivolti ad un pubblico scolastico.
Con il passare del tempo i servizi museali sono stati incrementati con attività di differente tipologia rivolte ad aumentare, migliorare e innovare l’offerta culturale del museo, in modo da garantire ad un pubblico, sempre più ampio e articolato, risposte adeguate a molteplici richieste ed esigenze.
Oggi i servizi educativi del Museo irpino sono affidati dalla Provincia di Avellino alla Società cooperativa Coopculture.
Oltre alle attività di prima accoglienza e infopoint, la gestione delle prenotazioni e l’organizzazione di visite guidate principalmente per gruppi, i servizi educativi del museo prevedono la progettazione e l’esecuzione di visite guidate, percorsi di approfondimento e laboratori didattici per gli studenti e i docenti delle scuole di ogni ordine e grado.

Di grande rilievo è un’offerta museale, con visite, percorsi tematici e laboratori, rivolta ai cosiddetti “pubblici speciali” come le persone diversamente abili o le comunità di stranieri.

Nell’offerta educativa rientrano anche l’organizzazione di eventi e attività culturali quali possono essere concerti, letture, proiezioni, spettacoli teatrali o di danza, incontri d’arte, storia o archeologia che abbiano però sempre un legame con il museo e le sue sezioni e, qualora vengano richiesti, l’assistenza e il supporto scientifico per studenti, studiosi e ricercatori interessati alle collezioni del Museo.